Contrasto alle frodi in materia edilizia: riammesse le cessioni multiple dei crediti

 

Si anticipano le nuove misure che non sono ancora in vigore e dovranno trovare conferma nel testo ufficiale

Il Consiglio dei Ministri del 18 febbraio 2022 ha approvato un decreto-legge che nei primi tre articoli riformula le regole del mercato delle cessioni del credito, eliminando le principali criticità che l’articolo 28 del DL “Sostegni -ter” aveva introdotto dallo scorso 27 gennaio.

In attesa della pubblicazione del testo nella Gazzetta Ufficiale, si espongono in sintesi le nuove misure che, si ripete, non sono ancora in vigore e dovranno trovare conferma nel testo ufficiale.

Le nuove regole per sconto e cessione del credito: in totale, 3 cessioni

Le disposizioni che regolamenteranno le cessioni, riguardano sia le detrazioni edilizie (art. 121 D.L. 34/2020) che altri crediti.

In materia di detrazioni edilizie, il nuovo dell’articolo 121 D.L. 34/2020 consentirà:

  • nel caso di sconto in fattura concesso dal fornitore al beneficiario della detrazione edilizia, al fornitore medesimo di cedere il credito d’imposta (di importo pari alla detrazione) a qualunque soggetto terzo. Da questo momento, saranno possibili solo due ulteriori cessioni ed esclusivamente verso banche e intermediari, società dei gruppi bancari e assicurazioni;
  • al beneficiario della detrazione edilizia di cedere il suo credito ad un qualunque soggetto terzo; successivamente sono ammesse due ulteriori cessioni esclusivamente, però, verso banche e intermediari, società dei gruppi bancari e assicurazioni.

Analoghe regole sono introdotte per le cessioni dei crediti Covid-19 (credito d’imposta locazioni, per l’adeguamento degli ambienti di lavoro, per sanificazione e acquisto di dispositivi di protezione), per il credito d’imposta per le imprese turistiche e credito d’imposta per la digitalizzazione di agenzie di viaggio e tour operator (art. 1 e 4, D.L. 152/2021).

Divieto di cessioni parziali per i crediti e codificazione univoca degli stessi

Il cessionario/fornitore che acquisisce il credito dal beneficiario della detrazione edilizia non potrà più effettuare cessioni parziali. Dopo la comunicazione di opzione da parte del soggetto che sostiene le spese, al credito trasferito (tramite sconto o cessione) sarà attribuito un codice identificativo univoco che il fornitore o il cessionario dovranno indicare nelle successive cessioni.

A tal fine, un apposito provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate individuerà le modalità di indicazione.

La codificazione dei crediti da detrazioni edilizie trasferiti (e, quindi, il divieto di cessione parziale) scatterà dalle comunicazioni di opzione inviate all’Agenzia delle entrate dal 1 maggio 2022.

Per gli altri crediti diversi dalle detrazioni edilizie, pur essendo ugualmente previsto il divieto delle cessioni parziali e la codificazione univoca del credito, un apposito (ed ulteriore) provvedimento ne stabilirà le modalità attuative (e, si ritiene, la specifica decorrenza).

Nuova possibilità di compensazione di debiti per il mondo bancario e assicurativo

Le banche, gruppi bancari e imprese di assicurazione potranno compensare i crediti d’imposta con l’imposta sulle transazioni finanziarie (possibilità di compensazione finora non prevista dall’art. 17 D.Lgs. 241/97).

Modifica ai massimali della polizza assicurativa per attestazioni e asseverazioni di congruità

È previsto un “adeguamento” della polizza che devono stipulare i soggetti che rilasciano visto e asseverazioni. La polizza, oggi adeguata sulla base del numero delle asseverazioni/attestazioni rilasciate e comunque non inferiore a 500.000 euro, dovrà essere stipulata per ogni intervento comportante asseverazioni/attestazioni con massimale pari agli importi dell’intervento.

Nuove sanzioni penali applicabili nei confronti dei tecnici abilitati che rilasciano le asseverazioni e nei confronti dei beneficiari dei crediti

È stato introdotto un inasprimento delle sanzioni penali in caso di frodi:

  • il tecnico abilitato che produce asseverazioni false o con omissione di informazioni rilevanti sul progetto che beneficia dei bonus oppure che attesta il falso sulla congruità delle spese, rischia la reclusione da due a cinque anni, oltre a una multa da 50mila a 100mila euro. La pena può essere aumentata se il fatto è commesso al fine di conseguire un ingiusto profitto per sé o per altri;
  • vengono anche riformulati gli oggetti dei reati di truffa aggravata, malversazione e indebita percezione di erogazioni pubbliche, per renderli più facilmente applicabili anche ai casi di truffe legate ai bonus.
Dissequestro e utilizzo dei crediti

Viene previsto un allungamento del periodo di utilizzabilità dei crediti sequestrati dall’Autorità giudiziaria. Infatti, dopo il dissequestro possono essere utilizzati con la stessa ripartizione in quote annuali con la quale sarebbe stata utilizzata la detrazione, aumentati di un periodo pari alla durata del sequestro, fermo restando il rispetto del limite annuale per l’utilizzo previsto dalle specifiche disposizioni di legge. La disposizione si applica sia ai crediti da detrazioni edilizie (art. 121), che ai crediti Covid-19 (art. 122).

Servizi correlati

Taglia i costi della contabilità - OFFERTA LIMITATA

Se scegli di aderire a questa offerta limitata entro il 30 luglio 2021 potrai tagliare i...
Scopri di più

Consulenza fiscale

Commercialisti, consulenti e professionisti nella gestione tributaria e fiscale, a disposizione...
Scopri di più

Regimi contabili

Il regime contabile di un’impresa, lavoratore autonomo o professionista, può...
Scopri di più

Analisi finanziaria

Consulenti esperti visitano le imprese e ne analizzano: redditività, liquidità,...
Scopri di più

Consulenza gestionale

Seguiamo l’azienda in ogni suo passo per definire le aree di forza, consigliarla su...
Scopri di più

Fatturazione Elettronica - MYeBox

Fatturazione elettronica , uno strumento innovativo per la gestione dei corrispettivi...
Scopri di più

Redazione di bilancio

I nostri commercialisti accompagnano le aziende, di qualsiasi dimensioni esse siano, in una...
Scopri di più

Help Superbonus 110%

Il Superbonus 110% rappresenta una grande opportunità per il rilancio delle imprese...
Scopri di più

Rimborso accise sul gasolio per autotrazione

Le imprese che esercitano attività di trasporto merci in conto proprio e/o in conto...
Scopri di più

Scontrino Elettronico - MYeBox

Memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente i dati relativi ai corrispettivi...
Scopri di più

Opportunità dal mondo: selezione delle richieste di prodotti italiani
Ottobre 2022

Una selezione delle richieste di prodotti italiani pervenute dai partner commerciali ed...
Scopri di più

Contributi a fondo perduto per la formazione 2022 - 2023

Con i contributi a fondo perduto messi a disposizione da Camera di Commercio di Varese per...
Scopri di più

Opportunità dal mondo: selezione delle richieste di prodotti italiani
Settembre 2022

Una selezione delle richieste di prodotti italiani pervenute dai partner commerciali ed...
Scopri di più

Contributi Formazione 2022/2023: scegli i corsi finanziati per te e i tuoi dipendenti

Scegli di aggiornarti e di ridurre i costi con i contributi messi a disposizione dalla...
Scopri di più