Contratto di rioccupazione ed esonero contributivo: i chiarimenti Inps

 

In caso di dimissioni del lavoratore, il beneficio si applica per il periodo di effettiva durata del rapporto di lavoro

Con Circolare n. 115 del 2 agosto 2021, l'Inps ha chiarito l’ambito di applicazione dell’esonero contributivo per le assunzioni effettuate con il nuovo Contratto di rioccupazione, introdotto dall’art. 41 del D.L. n. 73/2021 (c.d. “Decreto Sostegni Bis”), convertito con modificazioni in Legge n. 106/2021. Ne sintetizziamo i contenuti.

Il contratto di rioccupazione

Il contratto di rioccupazione è un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato finalizzato a incentivare l’inserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori in stato di disoccupazione nella fase di ripresa delle attività dopo l’emergenza epidemiologica.

In favore dei datori di lavoro privati che assumono lavoratori disoccupati dal 1° luglio 2021 al 31 ottobre 2021, è previsto un esonero pari al 100% dei contributi previdenziali a loro carico per un periodo massimo di 6 mesi, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’Inail, nel limite di 6.000 euro all'anno, riparametrato e applicato su base mensile.

La peculiarità del contratto di rioccupazione è costituita dal progetto individuale di inserimento finalizzato a garantire l’adeguamento delle competenze professionali nell’arco dei primi sei mesi del rapporto di lavoro. 

Le condizioni per ottenere l'esonero contributivo

Per beneficare dell’esonero contributivo previsto dal contratto di rioccupazione, il datore di lavoro deve innanzitutto rispettare i principi generali di fruizione degli incentivi, essere in regola con gli obblighi di contribuzione previdenziale (DURC regolare) e con le norme fondamentali a tutela delle condizioni di lavoro e degli accordi e dei contratti collettivi.

Il datore di lavoro non deve avere proceduto, nei sei mesi precedenti l’assunzione, a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo (ad eccezione dei licenziamenti effettuati per sopravvenuta inidoneità assoluta al lavoro e per superamento del periodo di comporto), o a licenziamenti collettivi nell'unità produttiva in cui è assunto il lavoratore con contratto di rioccupazione.

Il datore di lavoro deve restituire quanto fruito in caso di 

  • licenziamento del lavoratore per cui si beneficia dell’agevolazione durante o al termine del periodo di inserimento di 6 mesi,
  • licenziamento collettivo o individuale per giustificato motivo oggettivo, nei sei mesi successivi all’assunzione agevolata, di un lavoratore impiegato nella medesima unità produttiva e inquadrato con lo stesso livello e categoria legale del lavoratore assunto con il contratto di rioccupazione.

Invece, in caso di dimissioni del lavoratore, il beneficio contributivo trova applicazione per il periodo di effettiva durata del rapporto di lavoro.

Se il lavoratore per il quale sia stata già parzialmente fruita l’agevolazione, viene assunto dal medesimo o da un altro datore di lavoro con contratto di rioccupazione nel periodo dal 1° luglio 2021 al 31 ottobre 2021, per il nuovo rapporto si potrà fruire dell’esonero per i mesi residui spettanti.

L’esonero contributivo è cumulabile, per il periodo di durata del rapporto successivo ai sei mesi, con gli esoneri contributivi previsti a legislazione vigente. Il periodo complessivo di fruizione andrà però decurtato dei 6 mesi fruiti per il contratto di rioccupazione.

Con il messaggio n. 3050 del 9 settembre 2021, l’Inps ha comunicato che, dal 15 settembre 2021, nel “Portale delle Agevolazioni” sul sito www.inps.it, sarà disponibile il modulo per la richiesta dell’esonero.

Servizi correlati

Bando Formare per Assumere

Con decreto n. 9190 del 6 luglio 2021, Regione Lombardia ha approvato il...
Scopri di più

Apprendistato Professionalizzante Art. 44 D.Lgs. 81/2015

Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato che si...
Scopri di più

Ricerca del personale

Riuscire a selezionare i collaboratori che siano in linea con le aspettative...
Scopri di più

Sostieni la tua impresa #novitàlavoro

Migliorare la gestione del personale e riorganizzare il lavoro in azienda...
Scopri di più

Medicina del Lavoro

La medicina del lavoro, per un’azienda è uno strumento determinante, che va ben...
Scopri di più

Consulenza del lavoro

Affianchiamo i datori di lavoro nella scelta del giusto contratto di lavoro, per ridurre i...
Scopri di più

Paghe Online - MYeBox

La soluzione smart per l’amministrazione del personale. I cedolini paghe dei tuoi...
Scopri di più

Assunzioni agevolate: gli incentivi disponibili

Scegliere la persona giusta al momento giusto, in azienda può fare la differenza. Non...
Scopri di più

Formazione finanziata con i Fondi interprofessionali

Con i Fondi interprofessionali le imprese possono finanziare la formazione in azienda e creare...
Scopri di più

Consulenza per la riorganizzazione aziendale

La riduzione dei costi per la tua azienda passa anche dalla gestione e dalla ...
Scopri di più

Welfare Aziendale

Il Welfare aziendale è uno strumento a disposizione delle imprese per erogare bonus e...
Scopri di più

Obbligo Green Pass in Azienda: normativa, obblighi, privacy e protocolli

Dal 15 ottobre 2021, per poter accedere al luogo di lavoro, i lavoratori dovranno esibire il...
Scopri di più

Consulenza per la sicurezza in azienda

Ti sosteniamo e troviamo le soluzioni più adeguate, con continuità nel...
Scopri di più

Valutazione rischio gestanti e lavoratrici madri

Rischio, prevenzione e tutela delle lavoratrici. La tutela delle lavoratrici madri e gestanti...
Scopri di più