Convertito il Decreto Sostegni e approvato il Sostegni bis: le novità fiscali in sintesi

 

Le novità in sede di conversione del Decreto Sostegni e le misure previste dal nuovo Decreto Sostegni bis

 

Il D.L. 41/2021 (“Decreto Sostegni”), recante "Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da Covid-19", è stato convertito in legge e pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 21 della GU n. 120 del 21 maggio 2021.

Di seguito illustriamo in breve le novità più rilevanti per le imprese in ambito fiscale introdotte in sede di conversione del Decreto Sostegni

Inoltre Il Consiglio dei Ministri del 20 maggio 2021 ha approvato il cosiddetto “Decreto Sostegni-bis” che introduce ulteriori misure urgenti connesse all'emergenza Covid per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali. 

Ne riportiamo le misure previste più rilevanti.

 

 

Le novità in sede di conversione del DL. 41/2021 (“Decreto Sostegni”)

Proroga del versamento Irap (somme eccedenti limiti previsti) - Art. 1 D.L. 41/2021

Slitta al 30 settembre 2021 il termine entro il quale deve essere regolarizzata l’Irap non versata, per l’importo eccedente il limite previsto dal quadro temporaneo sugli aiuti dell’Unione europea.

Rivalutazione Decreto Agosto - Art.1-bis D.L. 41/2021

È riconosciuta la possibilità di beneficiare della rivalutazione prevista dal Decreto Agosto anche nel bilancio successivo a quello in corso al 31.12.2020, a condizione che i beni non siano stati rivalutati nel bilancio precedente. La “rivalutazione 2021” può avere solo efficacia civilistica (e non fiscale) e non è prevista la possibilità di affrancare la riserva di rivalutazione nel 2021.
Nel 2021 continua ad essere possibile la “rivalutazione ordinaria”, ex L. 160/2019, la quale prevede la possibilità di riconoscimento dei maggiori valori fiscali, sebbene dietro pagamento di un’imposta sostitutiva del 12% (beni ammortizzabili) e del 10% (non ammortizzabili).

Rivalutazione gratuita alberghi - Art. 5-bis D.L. 41/2021

Le disposizioni in materia di rivalutazione gratuita degli alberghi si applicano anche per gli immobili a destinazione alberghiera concessi in locazione o affitto di azienda a soggetti operanti nei settori alberghiero e termale ovvero per gli immobili in corso di costruzione, rinnovo o completamento. In caso di affitto di azienda la rivalutazione è ammessa a condizione che le quote di ammortamento siano deducibili nella determinazione del reddito del concedente.

Iva indetraibile e superbonus - Art. 6-bis D.L. 41/2021

L'Iva indetraibile (anche parzialmente) dovuta sulle spese rilevanti ai fini del superbonus si considera nel calcolo dell'ammontare complessivo ammesso al beneficio, indipendentemente dalla modalità di rilevazione contabile adottata dal contribuente. Vengono dunque superate le indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate con la Circolare 30/E/2020.

Esenzione dal versamento prima rata Imu - Art. 6-sexies D.L. 41/2021

Per l'anno 2021 non è dovuta la prima rata Imu relativa agli immobili posseduti dai soggetti passivi per i quali ricorrono le condizioni di cui all'articolo 1, commi da 1 a 4, dello stesso Decreto (ovvero che presentano i requisiti per poter beneficiare del contributo a fondo perduto). L'esenzione si applica solo agli immobili nei quali i soggetti passivi esercitano le attività di cui sono anche gestori.

Fondo per il sostegno alle Asd e alle Ssd - Art. 14-bis D.L. 41/2021

Viene incrementata di 50 milioni di euro la dotazione del Fondo unico per il sostegno delle associazioni e società sportive dilettantistiche. Con apposito decreto, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione sono individuati le modalità e i termini di presentazione delle richieste di erogazione dei contributi.

Sospensione dei termini per i professionisti in caso di malattia o infortunio - Art. 22-bis D.L. 41/2021

Viene prevista una sospensione degli adempimenti e dei versamenti per impossibilità sopravvenuta del professionista abilitato per motivi connessi all'infezione da Covid-19. Il termine è sospeso a decorrere dal giorno del ricovero in ospedale o dal giorno di inizio della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva o dal giorno di inizio della quarantena con sorveglianza attiva, fino a trenta giorni decorrenti dalla data di dimissione dalla struttura sanitaria o di conclusione della permanenza domiciliare fiduciaria o della quarantena. La sospensione opera solo nel caso in cui tra le parti esista un mandato professionale avente data antecedente al ricovero ospedaliero o all'inizio delle cure domiciliari.

Sostegno alla cultura: credito d’imposta - Art. 36-bis D.L. 41/2021

Al fine di sostenere le attività teatrali e gli spettacoli dal vivo, alle imprese che svolgono le suddette attività e che abbiano subìto nell'anno 2020 una riduzione del fatturato di almeno il 20 per cento rispetto all'anno 2019 è riconosciuto un credito d'imposta del 90 per cento, quale contributo straordinario, per le spese sostenute nell'anno 2020 per la realizzazione delle attività. Con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto, sono stabiliti i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione del credito d'imposta.

Misure per le attività sportive - Art. 36-ter D.L. 41/2021

La sospensione delle attività sportive determinata dalle disposizioni emergenziali si qualifica come sopravvenuta impossibilità della prestazione in relazione ai contratti di abbonamento per l'accesso ai servizi offerti da palestre, piscine e impianti sportivi. Pertanto, i soggetti che offrono servizi sportivi possono riconoscere agli utenti:
- il rimborso del prezzo,

- lo svolgimento delle attività con modalità a distanza quando realizzabili,
- un voucher di valore pari al credito vantato utilizzabile entro sei mesi dalla fine dello stato di emergenza nazionale.


Decreto Sostegni-bis
  • Previsto un nuovo contributo a fondo perduto, di importo pari a quello dell’ultimo Decreto Sostegni.
  • Introdotto un ulteriore metodo per calcolare il calo del fatturato che prevede la comparazione dei dati del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 con quelli del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.
  • Riconosciuta la possibilità di beneficiare del contributo a fondo perduto anche ai soggetti che hanno subito un peggioramento del risultato economico d’esercizio relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020, rispetto a quello relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019, in misura pari o superiore alla percentuale definita con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze. L’ammontare del contributo a fondo perduto è determinato in percentuale della riduzione del risultato economico. L’istanza per il riconoscimento di questo contributo a fondo perduto può essere trasmessa solo se la dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020 è presentata entro il 10 settembre 2021.
  • Esteso fino al 31 luglio 2021il credito d’imposta locazioni per le imprese turistico-ricettive, le agenzie di viaggio e i tour operator.
  • Riconosciuto il credito d’imposta locazioni per il periodo da gennaio 2021 a maggio 2021ai soggetti locatari esercenti attività economica, a condizione che l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo compreso tra il 1° aprile 2020 e il 31 marzo 2021 sia inferiore almeno del 30 per cento rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo compreso tra il 1° aprile 2019 e il 31 marzo 2020.
  • Portato fino al 30 giugno il periodo di sospensione dei termini di versamento dei carichi affidati all’agente della riscossione.
  • Prevista la modifica dell’articolo 26 D.P.R. 633/1972anticipando i termini per l’emissione delle note di credito Iva in caso di procedure concorsuali (la nota di credito può infatti essere emessa a partire dalla data di apertura della procedura concorsuale).
  • Introdotta una nuova agevolazione (“Ace innovativa”) che riconosce, per gli incrementi di capitale proprio effettuati nel corso del 2021, un rendimento nozionale con applicazione di un’aliquota del 15%.
  • Per finanziare gli sconti sulla tassa rifiuti (Tari) per le attività chiuse o semi-chiuse dalle restrizioni anti contagio, sono previsti 600 milioni di euro per i Comuni. 

Servizi correlati

Bando Formare per Assumere

Con decreto n. 9190 del 6 luglio 2021, Regione Lombardia ha approvato il...
Scopri di più

Consulenza gestionale

Seguiamo l’azienda in ogni suo passo per definire le aree di forza, consigliarla su...
Scopri di più

Consulenza fiscale

Commercialisti, consulenti e professionisti nella gestione tributaria e fiscale, a disposizione...
Scopri di più

Fatturazione Elettronica - MYeBox

Fatturazione elettronica , uno strumento innovativo per la gestione dei corrispettivi...
Scopri di più

Regimi contabili

Il regime contabile di un’impresa, lavoratore autonomo o professionista, può...
Scopri di più

Redazione di bilancio

I nostri commercialisti accompagnano le aziende, di qualsiasi dimensioni esse siano, in una...
Scopri di più

Rimborso accise sul gasolio per autotrazione

Le imprese che esercitano attività di trasporto merci in conto proprio e/o in conto...
Scopri di più

Help Superbonus 110%

Il Superbonus 110% rappresenta una grande opportunità per il rilancio delle imprese...
Scopri di più

Analisi finanziaria

Consulenti esperti visitano le imprese e ne analizzano: redditività, liquidità,...
Scopri di più

Bando Disegni + 2021

L'intervento intende supportare le micro, piccole e medie imprese nella ...
Scopri di più

Bando Brevetti + 2021

Il Bando Brevetti + 2021 ha come obiettivo quello di favorire lo sviluppo della strategia...
Scopri di più

Contributi per efficientamento energetico e installazione di impianti per fotovoltaico

Il Bando è finalizzato alla riduzione dei consumi energetici delle piccole e medie...
Scopri di più

Bando SI 4.0: sviluppo di soluzioni innovative

L'intervento è finalizzato a promuovere lo sviluppo di soluzioni, prodotti...
Scopri di più

Investimenti per la ripresa: Bando Linea artigiani e Linea Aree interne

L'obiettivo degli interventi è sostenere le piccole e medie imprese lombarde che,...
Scopri di più

Bando Nuova Impresa

Per favorire la ripresa e il rilancio dell’economia lombarda duramente colpita dalla...
Scopri di più