Lavoratori autonomi occasionali: obbligo di comunicazione preventiva

 

La nota del 11 gennaio 2022 dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL)

Con nota prot. n. 29 del 11 gennaio 2022, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha fornito le prime indicazioni operative in merito all’obbligo di comunicazione preventiva dell’istaurazione dei rapporti di lavoro autonomo occasionale, introdotto, a far data dal 21 dicembre 2021, dalla Legge n. 215/2021, gli indirizzi e-mail di ciascun Ispettorato territoriale competente a cui inoltrare la suddetta comunicazione (in allegato, l’elenco completo).

Di seguito una sintesi della nota dell’INL.

Ambito di applicazione

L’INL precisa che il nuovo obbligo di comunicazione riguarda esclusivamente i committenti che operano in qualità di imprenditori ed interessa solo i lavoratori autonomi occasionali, ossia quelli inquadrabili nella definizione contenuta nell’art. 2222 c.c.

Restano quindi esclusi dall’obbligo:

  • le collaborazioni coordinate e continuative;
  • i rapporti di lavoro occasionale accessorio ex art. 54-bis D.L. n. 50/2017 (conv. da L. n. 96/2017);
  • le professioni intellettuali e, in generale, tutte le attività di lavoro autonomo esercitate in forma abituale e assoggettate al regime IVA;
  • i rapporti di lavoro intermediati da piattaforma digitale, comprese le attività di lavoro autonomo non esercitate abitualmente di cui all'articolo 67, comma 1, lettera l), del testo unico delle imposte sui redditi.
Modalità e contenuto della comunicazione

Nelle more dell’aggiornamento delle procedure, la comunicazione deve essere effettuata all’Ispettorato territoriale del lavoro competente per territorio, e cioè in ragione del luogo dove si svolge la prestazione, attraverso l’invio di una e-mail ad uno specifico indirizzo di posta elettronica messo a disposizione di ciascun Ispettorato territoriale.

Qui l'allegato con l'elenco degli indirizzi mail (pdf)

La e-mail dovrà contenere i seguenti contenuti minimi:

  • dati del committente e del prestatore;
  • luogo della prestazione;
  • sintetica descrizione dell’attività;
  • data inizio prestazione e presumibile arco temporale entro il quale potrà considerarsi compiuta l’opera o il servizio (ad es. 1 giorno, una settimana, un mese). Nell’ipotesi in cui l’opera o il servizio non sia compiuto nell’arco temporale indicato sarà necessario effettuare una nuova comunicazione.
  • ammontare del compenso, qualora già stabilito al momento dell’incarico.
Tempistiche

L’obbligo in questione riguarda i rapporti avviati dopo l’entrata in vigore della disposizione o, anche se avviati prima, ancora in corso alla data del 11 gennaio 2022.

Per tutti i rapporti di lavoro in essere alla data del 11 gennaio 2022, nonché per i rapporti iniziati a decorrere dal 21 dicembre 2021 e già cessati, stante l’assenza di indicazioni al riguardo, la comunicazione andrà effettuata entro i prossimi 7 giorni di calendario e cioè entro il 18 gennaio 2022 compreso.

Per i rapporti avviati successivamente alla data del 11 gennaio 2022, la comunicazione andrà effettuata prima dell’inizio della prestazione del lavoratore autonomo occasionale, eventualmente risultante dalla lettera di incarico.

Annullamento della comunicazione

Una comunicazione già trasmessa potrà essere annullata o i dati indicati potranno essere modificati in qualunque momento antecedente all’inizio dell’attività del prestatore.

Sanzioni

In caso di violazione degli obblighi di comunicazione preventiva si applica una sanzione amministrativa non diffidabile, da euro 500 a euro 2.500, in relazione a ciascun lavoratore autonomo occasionale per cui è stata omessa o ritardata la comunicazione.

È doveroso segnalare che i lavoratori autonomi occasionali sono coloro che, ai sensi dell’art. 2222 e ss. cod. civ., si obbligano a compiere, nei confronti di un committente e verso un corrispettivo, un'opera o un servizio con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione, la cui attività è resa in via eccezionale, episodica e comunque non ricorrente e non abituale, quindi non nell’esercizio di una attività professionalmente organizzata (esclusa dal campo di applicazione dell’IVA).

Laddove un lavoratore venisse inquadrato come autonomo occasionale in assenza delle suddette condizioni richieste dalla normativa, l’ispettore del lavoro - oltre a riqualificare il rapporto di lavoro autonomo in rapporto di lavoro subordinato – può in alcuni casi perfino adottare il provvedimento di sospensione dell’attività.

Servizi correlati

Bando Formare per Assumere

Con decreto n. 9190 del 6 luglio 2021, Regione Lombardia ha approvato il...
Scopri di più

Consulenza del lavoro

Affianchiamo i datori di lavoro nella scelta del giusto contratto di lavoro, per ridurre i...
Scopri di più

Consulenza per la riorganizzazione aziendale

La riduzione dei costi per la tua azienda passa anche dalla gestione e dalla ...
Scopri di più

Taglia i costi della contabilità - OFFERTA LIMITATA

Se scegli di aderire a questa offerta limitata entro il 30 luglio 2021 potrai tagliare i...
Scopri di più

Ricerca del personale

Riuscire a selezionare i collaboratori che siano in linea con le aspettative...
Scopri di più

Consulenza giuslavoristica e sindacale

Leggi, regolamenti, contratti cambiano in continuazione. Per gestire questa complessità,...
Scopri di più

Sostieni la tua impresa #novitàlavoro

Migliorare la gestione del personale e riorganizzare il lavoro in azienda...
Scopri di più

Consulenza gestionale

Seguiamo l’azienda in ogni suo passo per definire le aree di forza, consigliarla su...
Scopri di più

Assunzioni agevolate: gli incentivi disponibili

Scegliere la persona giusta al momento giusto, in azienda può fare la differenza. Non...
Scopri di più

Licenziamenti e conciliazione

Assistenza alle aziende nei momenti di crisi aziendale tramite consulenza e gestione...
Scopri di più

Consulenza legale e giuslavoristica

Gestire i cambiamenti e le trasformazioni aziendali comporta risvolti giuridico-legali sempre...
Scopri di più

DVR - Documento di Valutazione dei Rischi

Il DVR , Documento di Valutazione dei Rischi  contiene i rischi e le misure preventive per...
Scopri di più

Smart working o lavoro agile

Lo  smart working o “lavoro agile”  è una maggiore ...
Scopri di più

Paghe Online - MYeBox

La soluzione smart per l’amministrazione del personale. I cedolini paghe dei tuoi...
Scopri di più