Regime transitorio e dividendi da utili: quale tassazione?

 

E' necessario valutare la possibilità di distribuire i dividendi accantonati prodotti prima del 2018

Gli utili derivanti da partecipazioni qualificate e no, non percepite in regime di impresa, sono soggetti alla flat tax del 26% (art. 1, cc. 999-1006 L. 27.12.2017, n. 205).

Tuttavia, fino alla fine del 2022, è in vigore il complesso regime transitorio che costringe a stratificare (secondo una presunzione assoluta) gli utili a seconda della loro data di formazione e ad applicare il regime di esenzione parziale del dividendo pro tempore applicabile.

Più precisamente, il comma 1006 prevede che tale regime transitorio si applichi alle distribuzioni di utili derivanti da partecipazioni qualificate in società Ires, formatesi con utili prodotti fino all'esercizio in corso al 1.12.2017, deliberate dal 1.01.2018 al 31.12.2022.

Di recente, ha avuto risalto un interpello relativo a una società partecipata da soci persone fisiche con riserve preesistenti al 2007. La società vorrebbe deliberare una distribuzione straordinaria entro la fine del 2022 allo scopo dichiarato di cogliere l’opportunità, prevista dalla legge, di utilizzare il regime transitorio. La distribuzione straordinaria è di importo elevato; pertanto, la società dichiara di poter procurarsi la disponibilità finanziaria in un arco temporale massimo di 5 anni.

Ebbene, l’Agenzia ritiene che la distribuzione eseguita dopo il 31.12.2022 fuoriesca dal regime transitorio anche se la delibera è adottata tempestivamente prima di tale data.

In altri termini, secondo l’interpretazione fornita, la norma richiederebbe non solo che la delibera sia adottata prima della fine del periodo transitorio (come disciplinato in maniera esplicita), ma anche che entro tale periodo avvenga il pagamento.

La spiegazione che da l’Agenzia è che il legislatore abbia inteso salvaguardare, mediante il ricordato regime transitorio, il regime fiscale degli utili formati in precedenti periodi di imposta, ma solo per un limitato periodo temporale. Tale salvaguardia andrebbe, tuttavia, letta in stretta correlazione con il principio di cassa valevole per l’imputazione a periodo dei dividendi. Tali argomenti porterebbero a concludere che l’applicazione del regime transitorio presuppone il pagamento del dividendo entro la data del 31.12.2022.

È necessario, con l’avvicinarsi della chiusura dell’esercizio 2022, che i soci titolari di partecipazioni qualificate valutino la possibilità di distribuire i dividendi accantonati prodotti prima del 2018 ed assoggettarli parzialmente ad IRPEF, prima della fine del regime transitorio.

 

 

Servizi correlati

Taglia i costi della contabilità - OFFERTA LIMITATA

Se scegli di aderire a questa offerta limitata entro il 30 luglio 2021 potrai tagliare i...
Scopri di più

Consulenza gestionale

Seguiamo l’azienda in ogni suo passo per definire le aree di forza, consigliarla su...
Scopri di più

Consulenza fiscale

Commercialisti, consulenti e professionisti nella gestione tributaria e fiscale, a disposizione...
Scopri di più

Regimi contabili

Il regime contabile di un’impresa, lavoratore autonomo o professionista, può...
Scopri di più

Redazione di bilancio

I nostri commercialisti accompagnano le aziende, di qualsiasi dimensioni esse siano, in una...
Scopri di più

Analisi finanziaria

Consulenti esperti visitano le imprese e ne analizzano: redditività, liquidità,...
Scopri di più

Scontrino Elettronico - MYeBox

Memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente i dati relativi ai corrispettivi...
Scopri di più

Credito agevolato e contributi

Assistiamo le imprese ad  accedere alle agevolazioni  al credito e ai bandi previsti...
Scopri di più

Bando internazionalizzazione - Camera di Commercio di Pavia

Per rafforzare la capacità delle MPMI della provincia di Pavia di operare sui mercati...
Scopri di più

Opportunità dal mondo: selezione delle richieste di prodotti italiani
Ottobre 2022

Una selezione delle richieste di prodotti italiani pervenute dai partner commerciali ed...
Scopri di più

Contributi a fondo perduto per la formazione 2022 - 2023

Con i contributi a fondo perduto messi a disposizione da Camera di Commercio di Varese per...
Scopri di più

Opportunità dal mondo: selezione delle richieste di prodotti italiani
Settembre 2022

Una selezione delle richieste di prodotti italiani pervenute dai partner commerciali ed...
Scopri di più

Contributi Formazione 2022/2023: scegli i corsi finanziati per te e i tuoi dipendenti

Scegli di aggiornarti e di ridurre i costi con i contributi messi a disposizione dalla...
Scopri di più

Bando Disegni + 2022

Il Bando Disegni + 2022 supporta le imprese di micro, piccola e media dimensione nella...
Scopri di più

Bando Marchi + 2022

Il bando intende supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei...
Scopri di più