Smart working: le novità dal 1° settembre 2022

 

Il datore di lavoro deve sottoscrivere un accordo individuale con il dipendente.

La Legge n. 122 del 4 agosto 2022, di conversione del D.L. n. 73/2022 (c.d. decreto Semplificazioni) modifica la normativa in materia di lavoro agile, riformulando il comma 1 dell'articolo 23 della Legge n. 81/2017.

In particolare, dal 1° settembre 2022, i datori di lavoro non potranno più ricorrere al cosidetto smart working semplificato, implementato per far fronte all’emergenza sanitaria da Covid-19 e, laddove intendano adottare tale modalità di esecuzione della prestazione lavorativa, dovranno attenersi alla disciplina del lavoro agile prevista dalla Legge 81/2017.

In ragione di ciò, dal 1 settembre 2022 per ricorrere allo smart working sarà necessario per il datore di lavoro:

  • sottoscrivere un accordo individuale con il dipendente, da conservare per un periodo di 5 anni;
  • comunicare telematicamente al Ministero del Lavoro - entro il termine di 5 giorni dalla decorrenza del medesimo accordo – i dati relativi ai nominativi dei dipendenti e la data di inizio e di cessazione delle prestazioni di lavoro in modalità agile.
    In sede di prima applicazione delle nuove modalità, l’obbligo della comunicazione potrà essere assolto entro il 1° novembre 2022.
Il contenuto dell’accordo individuale

All’interno dell’accordo individuale di smart working devono essere regolati specifici aspetti, come ad esempio:

  • la durata dell'accordo, che può essere a termine o a tempo indeterminato;
  • i luoghi eventualmente esclusi per lo svolgimento della prestazione lavorativa esterna ai locali aziendali;
  • le forme di esercizio del potere direttivo e le condotte da cui possono derivare sanzioni disciplinari;
  • la fornitura degli strumenti di lavoro;
  • i tempi di riposo, le cosiddette fasce di reperibilità e le misure necessarie per assicurare la disconnessione;
  • le forme e le modalità di esercizio dei diritti sindacali;
  • le forme e le modalità di controllo della prestazione lavorativa svolta all'esterno.
Sanzioni

In caso di mancata comunicazione secondo le modalità previste dal decreto del Ministro del Lavoro, si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro per ogni lavoratore interessato.

Servizi correlati

Bando Formare per Assumere

Con decreto n. 9190 del 6 luglio 2021, Regione Lombardia ha approvato il...
Scopri di più

Taglia i costi della contabilità - OFFERTA LIMITATA

Se scegli di aderire a questa offerta limitata entro il 30 luglio 2021 potrai tagliare i...
Scopri di più

Consulenza gestionale

Seguiamo l’azienda in ogni suo passo per definire le aree di forza, consigliarla su...
Scopri di più

Consulenza del lavoro

Affianchiamo i datori di lavoro nella scelta del giusto contratto di lavoro, per ridurre i...
Scopri di più

Consulenza per la riorganizzazione aziendale

La riduzione dei costi per la tua azienda passa anche dalla gestione e dalla ...
Scopri di più

Consulenza giuslavoristica e sindacale

Leggi, regolamenti, contratti cambiano in continuazione. Per gestire questa complessità,...
Scopri di più

Ricerca del personale

Riuscire a selezionare i collaboratori che siano in linea con le aspettative...
Scopri di più

DVR - Documento di Valutazione dei Rischi

Il DVR , Documento di Valutazione dei Rischi  contiene i rischi e le misure preventive per...
Scopri di più

Smart working o lavoro agile

Lo  smart working o “lavoro agile”  è una maggiore ...
Scopri di più

Assunzioni agevolate: gli incentivi disponibili

Scegliere la persona giusta al momento giusto, in azienda può fare la differenza. Non...
Scopri di più

Regimi contabili

Il regime contabile di un’impresa, lavoratore autonomo o professionista, può...
Scopri di più

Regime ordinario

Il regime di contabilità ordinaria è applicabile da Società di capitali ed...
Scopri di più

Regime forfetario

Il regime contabile di un’impresa, lavoratore autonomo o professionista, può...
Scopri di più

Licenziamenti e conciliazione

Assistenza alle aziende nei momenti di crisi aziendale tramite consulenza e gestione...
Scopri di più

Credito agevolato e contributi

Assistiamo le imprese ad  accedere alle agevolazioni  al credito e ai bandi previsti...
Scopri di più