Cerca:
Home PATRONATO INAPA Lavoratori parasubordinati

Lavoratori parasubordinati

Il Patronato Inapa offre la sua consulenza per la contribuzione relativa al lavoro parasubordinato.

Il lavoro parasubordinato, a metà strada tra l’autonomo ed il dipendente, comprende sia i professionisti, sia le collaborazioni coordinate e continuative a favore di aziende che operano in settori diversi, che vanno dall’edilizia, alla fornitura di servizi alle imprese e alle persone. Le collaborazioni coordinate e continuative comprendono un’ampia tipologia di figure tra le quali, ad esempio, il pony express, il venditore porta a porta, il promoter, la hostess di fiera, l’animatore turistico, l’infermiera a domicilio.

Tutti i lavoratori parasubordinati sono obbligati a iscriversi al fondo previdenziale.

Quando versare i contributi

I relativi contributi vanno versati all’INPS. Dal 1° gennaio 2012 l’aliquota è il 28,72% del reddito da lavoro parasubordinato. Il committente deve versare i due terzi del contributo, mentre al collaboratore spetta il versamento dell’importo restante. Per i lavoratori parasubordinati che hanno già una copertura assicurativa, l’aliquota contributiva è del 22% per titolari di pensione.

I lavoratori parasubordinati hanno diritto alla pensione di vecchiaia, pensione di inabilità, assegno di invalidità, pensione ai superstiti, secondo le disposizioni previste per la gestione previdenziale degli esercenti attività commerciali. La pensione viene liquidata con le modalità di calcolo del “sistema contributivo”.

Qualora gli iscritti alla gestione separata non raggiungano il diritto ad una pensione autonoma, ma siano titolari di un un’altra pensione, hanno diritto alla pensione supplementare, al compimento dell’età pensionabile.

Per informazioni

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi ai consulenti pensionistici e previdenziali nelle nostre sedi.

TORNA SU