Cerca:
Home SPECIALE CORONAVIRUS

SPECIALE CORONAVIRUS

800x300_banner-guida-imprese-x-nl_22-06-2020

In queste pagine raccogliamo informazioni, documenti, guide tecniche, reazioni e spunti utili ad affrontare l’emergenza Coronavirus e le notizie fondamentali per fare impresa, fronteggiare la crisi nel modo più efficace e ripartire: qui potete trovare tutta la documentazione, anche normativa, introdotta sino a oggi nel Paese. Questo speciale è in continuo aggiornamento.

HAI BISOGNO DI AIUTO?
CONTATTA IL SERVIZIO DI INGEGNERIA PER LA SICUREZZA
Ti aiutiamo ad applicare nella tua azienda le nuove regole di sicurezza sanitaria e a redigere e conservare tutta la documentazione necessaria, come indicato delle norme che lo prevedono.


» LE GUIDE DI CONFARTIGIANATO ARTSER
» DOCUMENTI E APPROFONDIMENTI
» DECRETI E NORMATIVE
» I NOSTRI SPECIALI
» LE ULTIME NOTIZIE


LE GUIDE DI CONFARTIGIANATO ARTSER

SPECIALE SICUREZZA 

LE ALTRE GUIDE


DOCUMENTI E APPROFONDIMENTI


DECRETI E NORMATIVE


I NOSTRI SPECIALI

lavorofiscosicurezzacreditoesterocatgoriepersona
normativa


LE ULTIME NOTIZIE

Chiarezza, semplificazione e rapidità. «Il Bonus Casa al 110% deve dare ossigeno alle Pmi in crisi»

Le imprese del settore casa guardano con speranza mista a preoccupazione all’Ecobonus 110%, il “bazooka delle ristrutturazioni” che il Governo ha sfoderato con il Decreto Rilancio per immettere ossigeno nei magri bilanci dell’edilizia e dell’impiantistica. Due comparti messi a durissima prova tanto dal lockdown quanto dall’attesa di questo incentivo che non si metterà in moto prima del 1 luglio 2020

Ecobonus 110%: venerdì il live Facebook. Facciamo chiarezza per rilanciare il settore casa

Una svolta importante per il settore casa qual quale investire per dare ossigeno alle imprese, migliorare le performances ambientali degli edifici e dare valore al patrimonio immobiliare del territorio. Venerdì in diretta Facebook si parla dell’Ecobonus al 110% con tre esperti: Fabrizio Ruspi, commercialista; Alessandro Palazzo, architetto; Luca Talamona; ingegnere

Privacy: protezione dei dati e Covid-19

Sai quali sono i dati che richiedono un aggiornamento della documentazione e delle procedure privacy? E quali sono le attività coinvolte? Nell’attuale situazione d’emergenza sanitaria, la …

Decreto Rilancio: bollette “light” per le Pmi

La misura si trova nell’art. 30 del Decreto, e interessa le basse tensioni non domestiche per i mesi di maggio, giugno e luglio 2020. Si chiede di rideterminare i corrispettivi euro/punto di prelievo…

FGas: certificati validi fino al 30 ottobre 2020

La circolare del MinAmbiente si riferisce a quelli in scadenza tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020: validi per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza…

Dal 4 maggio si ricomincia a lavorare, ma in un mondo nuovo: la GUIDA per orientarsi

Nelle ultime settimane abbiamo ascoltato esperti, docenti universitari, tecnici e consulenti: abbiamo cercato di mettere insieme punti di vista e intuizioni, consigli pratici e analisi lucide nel tentativo di fornire alle imprese una mappa per farsi largo in terreni inesplorati. Ve la proponiamo nella speranza che possa portarci a ricominciare davvero

«No alla burocrazia della sicurezza. Le imprese sapranno difendere la salute»

Il presidente di Confartigianato Varese Davide Galli: bisogna avere fiducia nelle imprese e nella loro capacità di contenere la diffusione del Covid-19, come ha dimostrato quel 40% circa di attività che ha continuato a operare nel periodo di lockdown. E come ha certificato il sacrificio fatto dal restante 60%, rimasto fermo nel massimo rispetto dalla salute pubblica. Bene il protocollo ma non andate oltre

Dialoghi in diretta, venerdì parliamo della comunicazione giusta per ripartire

L’appuntamento si rinnova venerdì 17 aprile dalle 11 alle 12 circa con nuovi ospiti e un nuovo tema: “Comunicare per ripartire: modalità e strumenti per le imprese”. D’altronde, mai come in questa circostanza la comunicazione si rivela un’arma potentissima a disposizione degli imprenditori che vogliono essere al fianco di clienti e fornitori anche nella durissima fase del lockdown

Sei un produttore o un impiantista? Entra nel portale dell’economia a domicilio

Confartigianato Varese e l’amministrazione comunale di Saronno sostengono l’iniziativa “Scelgo il Territorio – Aiuto il Territorio”, nata all’alba dell’emergenza Coronavirus con l’obiettivo di aiutare i cittadini a rimanere in casa e, al contempo, favorire i piccoli commercianti e produttori locali. E oggi in perfetta salute.

Bonus negozi e botteghe: i chiarimenti dell’Agenzia

L’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti in merito all’ambito applicativo del credito d’imposta cosiddetto “Bonus negozi e botteghe” introdotto a seguito dell’emergenza coronavirus a favore …

Scenari di futuro/1: «Ripartiremo con professionalità nuove per dare più valore all’economia»

Vogliamo ricominciare e vogliamo farlo con il passo giusto, cercando di trarre lezioni positive da un momento di enorme difficoltà e provando a capire come modificare noi stessi e il nostro modo di fare impresa. Non saremo mai più come prima, lo diciamo da giorni, ed è proprio vero. Saremo diversi, ma come saremo? Inizia da oggi una rassegna di interviste ad esperti multisettoriali: vi accompagniamo nel mondo che verrà

Lettera aperta a imprese e amministratori: più lenti ma non fermi

Presidenza e giunta di Confartigianato Varese mettono nero su bianco un piano per la ripresa: «Chiediamo e pretendiamo dal mondo del lavoro collaborazione e responsabilità; chiudiamo solo chi non accetta e non rispetta queste prescrizioni. Lavorare meno, anche con personale momentaneamente sospeso o in lavoro agile, ma lavorare tutti»

Piccole e medie imprese chiuse: «Lavoriamo per salvaguardarle o non ripartiremo»

Parla il direttore generale di Confartigianato Varese, Mauro Colombo: «Da domani tutto cambierà, le piccole e medie imprese dovranno sospendere la produzione per rispettare le prescrizioni del Governo. La nostra reazione? Accanto a loro con tutte le nostre forze, il Covid-19 rischia di erodere una immensa ricchezza di professionalità, saper fare, responsabilità e occupazione»

Decreto e ordinanza regionale: la guida per le imprese aperte e le imprese chiuse

I provvedimenti di Regione Lombardia (delibera 514 del 21 marzo 2020) e del Governo (Dpcm del 22 marzo 2020), hanno introdotto nuove limitazioni alle attività produttive a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus. Abbiamo metto a confronto i due provvedimenti per fornirvi una guida sintetica all’applicazione e le indicazioni per le sospensioni volontarie

Perdite del 30% in un mese: dovremo ripartire da tecnologia e supply chain

Abbiamo chiesto a Luca Solari, professore ordinario di Organizzazione aziendale all’Università degli Studi di Milano, una valutazione su ciò che dovranno affrontare le imprese nel prossimo futuro e quali saranno le sfide aperte nella prima delle puntate dedicate agli approfondimenti sull’economia del dopo-crisi

Decreto Cura-Italia pubblicato in Gazzetta: le nuove norme

Scattano da subito le norme del decreto “Cura Italia” con la pubblicazione su una edizione straordinaria della Gazzetta Ufficiale, che riporta la data di ieri, 17 marzo, pur essendo stata pubblicata in piena notte. Il provvedimento su “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” è stato controfirmato dal presidente della Repubblica

Appello di Regione Lombardia: mancano mascherine e Dpi per dottori e infermieri. Imprese, aiutateli

Ne servono 90 milioni di pezzi al mese: questo il numero di mascherine che, in tempo di Coronavirus, sono ormai preziose quanto l’oro. Anzi, più dell’oro. Perché, cosa che il metallo prezioso non fa, possono salvare una vita evitandole il contagio. Il problema c’è, perché i contratti di fornitura stipulati fino ad oggi garantiscono solo 55 milioni di pezzi. Appello urgente per far fronte ai bisogni

Credito, fisco e lavoro: tutte le novità introdotte dal “Cura Italia”

Una manovra da 25 miliardi di euro per risollevare l’Italia dall’emergenza coronavirus. Il Consiglio dei ministri ha approvato oggi, lunedì 16 marzo, il Decreto Legge “Cura Italia”, «un decreto molto consistente con cui diamo una prima risposta all’emergenza, e non solo», come ha sintetizzato il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri

Coronavirus, firmato il protocollo per la sicurezza sul lavoro: le misure previste

Il documento, otto pagine sottoscritte virtualmente (tutti erano in videoconferenza) da sindacati e associazioni datoriali, si dà come «obiettivo prioritario» quello di «coniugare la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative».

I confini ai tempi del Coronavirus: chi passa e chi no da Austria, Francia, Svizzera e Slovenia

Tutta l’Europa reagisce, in modalità differenziata e purtroppo molto poco coordinata, all’emergenza Coronavirus. E scattano le misure restrittive, sia sulla scorta delle misure restrittive adottate dal nostro Paese per contenere la diffusione del virus sia in base alle nuove disposizioni che, con il passare delle ore, vengono introdotte negli Stati confinanti. Nello specifico si consiglia di prestare la massima attenzione nei transiti da e verso Svizzera, Francia, Austria e Slovenia.

La lettera di Merletti: «Uniti e responsabili per affrontare l’emergenza e costruire la ripresa»

Il presidente nazionale di Confartigianato: «Non abbiamo tentennamenti nel dire che la tutela della salute deve venire prima di tutto, anche delle attività d’impresa. Quattro pilastri per far fronte alla crisi: sospensione di imposte, tributi e contributi per tutte le imprese fino al 30 aprile, rinvio di ogni scadenza e adempimento che ricade entro il 30 aprile, moratoria dei mutui ifino al 31 dicembre e copertura delle sospensioni dal lavoro con forme in deroga di cassa integrazione per tutti i dipendenti»

«Un sacrificio giusto per il bene del Paese ma per ripartire servono azioni efficaci»

In queste ore il Governatore Attilio Fontana ha chiesto alla comunità lombarda un sacrificio durissimo, senza precedenti: le piccole imprese saranno quelle più in difficoltà ma facciamo prevalere, ancora una volta, il senso di appartenenza, di comunità e di responsabilità. Subito provvedimenti concreti e avveduti a sostegno dell’imprenditorialità: vogliamo ripartire

Estetisti e acconciatori, come gestire l’emergenza Coronavirus

L’emergenza sanitaria da Coronavirus impone comportamenti di massima cautela anche nella scelta dei servizi alla persona. E ripropone l’importanza di rivolgersi a operatori in regola con le norme di settore sia dal punto di vista della formazione obbligatoria…

Coronavirus, estensioni del divieto di spostamento: indicazioni per persone e merci

Tra le varie disposizioni, quella relativa al divieto di spostamento ha generato dubbi e preoccupazioni in tutte le aziende in merito alla possibilità che i dipendenti possano recarsi sul posto di lavoro e soprattutto che le aziende possano fare circolare i propri mezzi aziendali per motivi di lavoro. Le interpretazioni sul da farsi e il modulo di autocertificazione

Il Coronavirus ha cambiato il mondo. E’ la fine della globalizzazione?

Abbiamo ascoltato la voce delle imprese per capire cosa è cambiato in tempi di crisi: «Ci si organizza, giorno dopo giorno». Ma non sono sufficienti le video conferenze, le call con Whatsapp e via Skype, lo smart working che in ambito produttivo non conta. A franare è il modello delle interconnessioni della fornitura. E gli imprenditori ci spiegano da dove si può ricominciare

Modello 730: cambia la scadenza

Modello 730/2020: cambia la scadenza per la dichiarazione dei redditi di dipendenti e pensionati. Il diffondersi del Coronavirus porta ad una riscrittura completa del calendario delle …

Coronavirus, economia in crisi: arriva il fondo di solidarietà

Sostegno immediato e concreto al reddito delle imprese artigiane e delle imprese iscritte all’ente bilaterale dell’artigianato. Confartigianato Varese: «Un primo aiuto in attesa dei provvedimenti del Governo». Il Dg Colombo: «Le criticità legate alla mancanza di liquidità e alla perdita di clienti»

TORNA SU